Comunicato Stampa

CHIEDIAMO SPIEGAZIONI

 

 

Ci è capitata casualmente tra le mani un delibera del Congresso di Stato (delibera 48 pratica 4720 emessa in data 12 Dicembre 2005) in cui si dispone di depositare presso la Banca Centrale della Rep. di San Marino le somme necessarie per l’esproprio di aree necessarie per l’allargamento della strada di Ca’ Valentino nella zona di Rovereta. Il prezzo di esproprio (€ 400 al mq. che non ci sembra esattamente poco) è stato distribuito tra quasi tutti i proprietari coinvolti in base alla dimensione dell’area che serve per la strada, poi andando a vedere l’ultimo proprietario ci si accorge di un piccolo dettaglio: oltre ai 28.000 Euro per i 70 mq. ceduti allo stato, viene riconosciuto al proprietario un indennizzo di 72.000 (diconsi SETTANTADUEMILA Euro) per gli ALBERI esistenti sul predetto terreno. Il tutto per un totale di € 100.000 (quasi 200 milioni delle vecchie lire). Settanta metri di terreno (di cui la maggior parte non edificabili) ed alberi sono stati venduti a circa 1482 € al mq. Di questi, (sempe al metro quadro) quattrocento vanno al terreno e 1082 a compensare l’abbattimento degli alberi; ma di che tipo di bosco o di foresta doveva trattarsi per pagarla così tanto? Considerando che la maggior parte dei settanta metri erano prima e sono ancora asfaltati, al massimo erano presenti su quell’area due o tre quercioli. Abbondiamo, diciamo tre piccole querce che sono state pagate ben 24.000 € l’una; una cosa del genere non può far altro che farci piacere, vuol dire che il Governo ha rivalutato il valore delle piante visto che per l’abbattimento di una quercia secolare si va a pagare una multa al massimo di 100 €. !

Invitiamo vivamente il Governo a chiarire e spiegare velocemente il perché di tutta questa generosità, considerando anche la poca salute delle casse pubbliche non ci sembra davvero il momento di fare simili regali. Qualcuno, venuto a conoscenza del fattaccio e considerato il paradosso, ci ha consigliato di rivolgerci a “Striscia la Notizia”, perché no, abbiamo pensato, del resto, vista l’assenza del Governo e la presenza di questo modo di regalare i nostri soldi, tanto vale sbugiardarli.

 

 Augusto Michelotti  - Presidente AMS

 

San Marino 03 Aprile 2006