Repubblica di San Marino, 03 Aprile 2005

 

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

In data odierna alcuni rappresentanti dell’Associazione Micologica Sammarinese si sono recati al Palazzo Pubblico per consegnare 5 Istanze d’Arengo così come previsto dagli Ordinamenti Sammarinesi.

 

Sono state presentate tre Istanze riguardanti la pubblicità delle Convenzioni a tema territoriale ed in particolare viene richiesto:

·        Che tutte le Convenzioni vengano presentate in Consiglio G. e G. per la presa d’atto

·        Che le Convenzioni vengano inviate alle Giunte di Castello interessate

·        Che tutte le Convenzioni vengano pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Repubblica

 

Siamo stati costretti a presentare tre Istanze diverse sullo stesso tema in quanto in passato sono state bocciate alcune Istanze con la scusa che contenevano più richieste diverse, anche se quasi uguali nei contenuti, e quindi non erano univoche.

 

Un’Istanza richiede il ritiro della legge, già presentata in prima lettura, per la Variante al P.R.G. che permetterebbe la costruzione di una pista per gare automobilistiche su terra battuta in località Baldasserona. Tale iniziativa della Segreteria di Stato al Territorio, ha già sollevato numerose proteste per cui si è ritenuto opportuno richiederne l’annullamento.

 

L’ultima istanza richiede l’estensione dell’art. 10 della Carta dei Diritti introducendo il concetto di “Sviluppo Sostenibile” da attuarsi poi con l’emissione di leggi ordinarie basate sulle più aggiornate tecniche  e teorie scientifiche a livello internazionale.

 

 

 

 

 

 

 

In totale i cittadini sammarinesi hanno presentato all’Ecc.ma Reggenza 29 Istanze d’Arengo e tale alto numero di richieste dimostra, una volta di più, quanto la voglia di partecipazione diretta dei cittadini al Governo della cosa pubblica sia sempre più sentita, alla luce anche della pessima gestione della cosa pubblica da parte degli ultimi governi.

 

Il Paese è in forte ritardo su numerose tematiche e quella senz’altro più importante rimane la gestione fallimentare del territorio con gli uffici pubblici assenti, una politica inefficiente che non sa prendere mai le giuste decisioni, il continuo allargarsi del controllo incontrollato delle ultime risorse da parte delle lobby affaristiche e speculative a danno dell’immagine e della salute del Paese.

 

 

 

 

 

Associazione Micologica Sammarinese