Image Alt

Blog

N° 276 Luglio – Settembre 2021

Non c’è pace per la zona a vocazione agricola di San Michele, un’area ad alto pregio paesaggistico, situata tra Cailungo e la Ciarulla, definita dalla “Legge quadro sulla tutela dell’ambiente e la salvaguardia del paesaggio, della vegetazione e della flora” come “bene geologico paesaggistico”.
Purtroppo il PRG ha pensato bene di destinare una superficie, quella attorno alla Casa famiglia, a zona per i servizi (zone destinate ad attrezzature e impianti di interesse generale).

Negli anni 2000 quando le mani degli speculatori erano molto attive e frenetiche fu presentato un piano particolareggiato (p.p.) su una parte della zona servizi, per edificare 4 palazzine a destinazione uffici di 600 mq di superficie utile ognuna alte 8 metri, di proprietà del Leasing Sammarinese (nelle zone servizi non sono possibili spazi ad uso residenziale). Vista l’impostazione architettonica di tipo residenziale delle palazzine e l’ubicazione di un centro uffici in aperta campagna era chiaramente una manovra speculativa molto in uso in quegli anni e la Commissione Urbanistica (oggi Commissione per le Politiche Territoriali), con un PRG permissivo e sovrastimato per le nostre esigenze, approvò il progetto come fece con altri p.p. senza una reale necessità, tanto che oggi ci troviamo un territorio cementificato pieno di edifici vuoti e non utilizzati.

L’AMS fece ricorso alla C.U., naturalmente bocciato, e oggi a distanza di 20 anni questi edifici, approvati senza logica ed effettivo bisogno, non sono stati mai realizzati rafforzando la convinzione che si trattava solo di una speculazione edilizia.

 

Associazione Micologica Sammarinese

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit sed.

Seguici su